Normani parla sul futuro delle Fifth Harmony e di DWTS.

Minou Clark del Washington Post ha avuto modo di intervistare la nostra Normani e parlare con lei della sua esperienza in “Dancing With the Stars,” dei gruppi femminili che la ispirano e del futuro delle Fifth Harmony.

 

Non vediamo davvero l’ora di sentire nuova musica delle Fifth Harmony. Come si è evoluto il vostro sound rispetto all’ultimo album?

In maniera sensibile, decisamente. Credo per via delle esperienze che abbiamo avuto. Negli ultimi cinque anni, abbiamo creato delle opere di cui siamo fiere, ma che alla fine non erano una rappresentazione completa di chi siamo come artiste. Credo che questa volta invece ci sia stata data di più l’opportunità di sederci in studio con i produttori e i cantautori e partire dalle basi. Questo album avrà qualcosa in più. Siamo tutte sui 20 anni, non siamo più delle ragazzine.

 

Tutte voi ispirate molto girl power e potere alle donne tra i vostri fan. Questo tema farà parte della vostra musica?

Il girl power è sempre stato un tema che abbiamo toccato, sia nelle interviste che nei nostri album. Viviamo di tutto quello di cui parliamo a basi giornaliere. Sarà decisamente un messaggio alla radice.

 

Quando possiamo aspettarci l’uscita di questo nuovo album?

Nel 2017, ma non posso dirti una data specifica perché non la sappiamo neanche noi. Quando lo scopriremo, lo saprete anche voi! Siamo nelle ultime fasi del processo in questo momento, definendo alcuni feature e mettendo gli ultimi ritocchi e aggiungendo alcune armonie.

 

Quali altri gruppi femminili, passati o presenti, ti ispirano?

Noi tutte amiamo le Destiny’s Child, naturalmente. Io personalmente adoro le En Vogue, le SWV… sono un’anima antica, mi piace il sound degli anni ’90. Sono davvero grata a quelle donne così forti e con idee brillanti, che sono state abbastanza coraggiose da essere il meglio che potevano essere e conquistare un’industria talmente dominata dagli uomini. In fin dei conti, noi probabilmente non avremmo neanche questa possibilità se non fosse per gruppi del genere.

 

Quale canzone è la tua preferita da cantare in tour?

“Brave Honest Beautiful.” E’ bello poter far salire alcuni dei fan sul palco. Una volta abbiamo fatto salire queste due piccole gemelle, e si capiva che significava il mondo per loro, potevi vedere i loro occhi illuminarsi per quanto erano eccitate.

 

Stai andando alla grande a “Dancing With The Stars.” Qual è stata la routine di ballo più difficile da imparare finora?

E’ da pazzi perché è una nuova sfida ogni settimana! Finisco sempre per dire, “Okay è questo il ballo più difficile. No è questo!” Finora la più complicata è stata probabilmente la rumba.

 

Com’è ballare con Valentin Chmerkovskiy? Per quante ore vi esercitate insieme?

E’ fantastico! Si assicura che mi impegni sempre al massimo durante le prove. Mi esercito tantissimo e voglio farlo nel modo giusto. Resto per tutto il tempo che mi è possibile per farlo al meglio delle mie capacità. Ma quando arriva il giorno dello show succede qualcosa, è come se scattasse un interruttore. E’ frustrante per lui perché quando sono alle prove penso che sto andando bene e sto dando il meglio di me stessa, e quando andiamo in onda realizzo che avrei potuto dare il 50% in più. Perciò capisce quando batto la fiacca o non mi rendo giustizia.

 

Quando le Fifth Harmony si sono esibite con “Impossible” durante “The X Factor” alla casa dei giudici nel 2012, è stato un punto di svolta per le vostre carriere. Com’è stato ballare sulle note di quella stessa canzone a “Dancing With The Stars,” mentre le ragazze cantavano?

E’ stato un momento decisamente memorabile. Ed anche spaventoso in un certo senso. C’erano così tanti elementi diversi. Le ragazze cantavano dal vivo, io avevo un vestito che era inizialmente troppo lungo ed il tacco continuava ad incastrarcisi dentro, e poi ho dovuto letteralmente imparare la routine il giovedì per la domenica seguente. L’ho imparata abbastanza velocemente. L’abbiamo fatta funzionare! Lo stile del ballo in generale è molto vulnerabile ed emotivo, lati di me stessa che tendo a non mostrare. E doverlo fare davanti a milioni di persone è stata una sfida per me.

 

Beh, sembri una ballerina da sala professionista. Lo fai sembrare così facile!

A volte riguardo i video e mi dico “Chi è quella?! E’ impossibile che l’abbia fatto!”

 

Quali sono tre qualità che un ragazzo deve possedere per uscire con te?

Rispetto per la mia famiglia, essere intelligente, ed avere una grande personalità. Qualcuno che riesca a farmi ridere.

 

Chi è la tua celebrity crush?

Aaron Taylor-Johnson. E’ sexy.

Qual è il tuo colore di smalto preferito?

Beh, al momento ho un colore arancio neon. E’ tra il rosa e l’arancione. Mi ricorda la Pasqua!

 

Quale canzone non riesci a smettere di ascoltare al momento?

Onestamente ascolto ancora l’ultimo album di Solange. L’album per intero.

 

Se potessi andare in vacanza in qualunque parte del mondo adesso, dove andresti?

In qualche luogo tropicale. Probabilmente in Giamaica, o le Barbados – da qualche parte nei Caraibi.

 

A Maggio compirai 21 anni, è davvero eccitante! Hai già pianificato qualcosa di divertente per l’occasione?

Andrò a Las Vegas! Non vedo l’ora! Mi chiedo, “Ma cosa succede davvero a Vegas?!” Ogni volta che ci sono stata ero minorenne. Andrò con un gruppo di amiche e ci divertiremo!

 

Se potessi collaborare con qualunque artista, chi sarebbe?

Jhené Aiko, Chance The Rapper, o Kendrick Lamar.

 

Che consiglio avresti voluto dare a te stessa all’inizio della tua carriera?

Di non prendere tutti così sul serio. Ognuno ha le proprie opinioni. In fin dei conti, devi andare a dormire sentendoti completamente sicura delle decisioni che prendi. Alla fine sei tu a trovarti su quel palco, sei tu su quel red carpet. Perciò dai ascolto alla tua voce. Resta fedele a te stessa.

 

Se non facessi parte del business musicale, che tipo di lavoro credi che faresti?

Probabilmente reciterei, cosa che ho tra l’altro l’intenzione di perseguire. Altrimenti qualcosa che ha a che fare con la mia chiesa. Mi piacerebbe compiere un viaggio da missionaria e semplicemente aiutare.

 

Di quale cibo non puoi fare a meno?

Hot Cheetos! Creano dipendenza, ne potrei mangiare una busta intera.

 

Quale invece non ti piace?

Pomodori.

Facebook Comments